Tende da sole a Torino – Cos’è l’anemometro

Esistono molti dispositivi per proteggere le tende da sole a Torino e l’anemometro è uno di questi. Questo particolare dispositivo serve a comandare la tenda in modo intelligente ed a proteggerla a seconda delle condizioni meteorologiche. Scopriamo come funziona.

Come funziona il sensore climatico

L’anemometro, o sensore climatico, può essere comunemente chiamato misuratore di velocità del vento. Sostanzialmente si tratta di un dispositivo che rientra nella categoria dei sensori climatici, di cui fanno parte anche il pluviometro, che serve a misurare la pioggia, ed il fotometro, dispositivo misuratore della luce. L’anemometro solitamente è costituito da tre o quattro piccole palette di forma concava che ruotano intorno ad un’asticella, o fulcro quando c’è vento. A seconda dell’intensità del vento queste palette girano più o meno velocemente, misurando, appunto, la velocità dell’aria. Ma l’anemometro non si limita a misurare la velocità, infatti esso viene collegato alle tende da sole a Torino tramite una centralina elettronica. Qui vengono impostati dei limiti, ovvero i limiti di velocità del vento oltre al quale vogliamo che la tenda si ritiri o si allunghi. Se quindi volete acquistare dei dispositivi per tende da sole o rinnovare i vostri tendaggi, rivolgetevi ai professionisti di Estatenda. Sicuramente riusciranno a trovare la soluzione più adatta a voi.

La tenda che si muove da sola

Supponiamo che vi siate dimenticati di alzare le vostre tenda da sole a Torino prima di uscire di casa. Può succedere che le condizioni del meteo cambino all’improvviso, ed effettivamente è difficile interpretare i cambiamenti del tempo. Se avrete dotato le vostre tende da sole a Torino di un sensore del vento come l’anemometro partirà automaticamente il comando di salita della tende. Ovviamente, senza aver fatto le dovute premesse, tutto ciò è possibile solo se ci riferiamo ad una tenda dotata di motore elettrico.

La quiete dopo la tempesta

Dunque le tende da sole a Torino, che potremmo definire intelligenti, si saranno ritratte e messe in salvo dalla tempesta. Ma come spesso accade, dopo un temporale torna il sole, e a volte più forte di prima. Infatti il sensore climatico può essere influenzato anche alla presenza del sole. Esistono dispositivi chiamati sensori sole/pioggia, che sono in grado di misurare l’intensità luminosa. Una volta raggiunta la soglia preimpostata, in modo sempre automatico, abbassa la tenda per fare la sua funzione primordiale, riparare dal sole.

Quando la tenda protegge dalla pioggia

Spesso le tende da sole a Torino vengono sfruttate anche per un’altra funzione, quella di riparare dalla pioggia. Qui però è necessario essere attenti e fare una precisazione. Nessuna tenda da sole nasce per proteggere dalla pioggia. Infatti il tessuto acrilico di cui è composta la tenda è permeabile e assorbe l’acqua, creando macchie verdi e allentando le trame del tessuto. Pertanto una tenda può essere utilizzata per ripararsi dall’acqua solo se scegliamo un tessuto in materiale impermeabile, come ad esempio il pvc.

Ecco allora che il sensore climatico per la pioggia, chiamato pluviometro, può essere utilizzato per due funzioni ben distinte:

  • nel primo caso, ovvero di una tenda con tessuto acrilico normale, il sensore una volta rilevata la presenza di pioggia, invierà un comando alla centralina elettronica la quale solleverà la tenda facendola riavvolgere per salvarsi dal temporale
  • nel secondo caso, ovvero quello di una tenda con tessuto impermeabile in pvc idoneo a riparare, il sensore una volta bagnato, invierà il comando di abbassare la tenda per proteggere gli spazi sottostanti, come ad esempio un dehor o un giardino

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *